NEWS

 

 

Graduatoria musicale definitiva 2014.15.doc

 Il Dirigente Scolastico

Prof. Vincenzo Demichele

REPLICA ALL’ARTICOLO : SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “SETTIMANA CORTA ADDIO”

PUBBLICATO SU “INFORMATERNO" DI MARZO 2014 

E’ con vivo rammarico che ci vediamo costretti ad esercitare il nostro diritto di replica all’articolo pubblicato sul numero di marzo 2014 del Bollettino InformaTerno a proposito della non attivazione della settimana corta nelle future classi prime della Scuola Secondaria di Primo Grado, presso il locale Istituto Comprensivo.

Dispiace far notare che il firmatario dell’articolo dimostri di non aver approfondita conoscenza delle materie proprie della scuola in ordine alla didattica e alla organizzazione.

L’Istituto Comprensivo di Terno d’Isola, tra le proprie finalità, ha il dovere di garantire il successo scolastico come si evince anche dai risultati delle prove INVALSI che posizionano la nostra scuola a  livello medio-alto.

L’istituto ha realizzato, anche con le risorse comunali, un costante investimento di risorse economiche e professionali, soprattutto al pomeriggio, con l’attuazione di attività di recupero per gli alunni più deboli e di eccellenza per gli alunni più meritevoli; ha realizzato una dotazione multimediale (Lavagne interattive), pressoché in tutte le classi della scuola secondaria e in via di completamento nella scuola primaria dei plessi di Terno e Chignolo d’Isola, cosa che difficilmente si potrà riscontrare nelle scuole di primo grado della provincia.

Alle altre Agenzie del territorio (quali Amministrazione Comunale ecc…), compete la responsabilità di offrire ulteriori servizi (quali la mensa, il trasporto, la creazione di pomeriggi alternativi per soddisfare le necessità dei genitori lavoratori, ecc…).

Nell’articolo si parla, con enfasi di “esodo” (ma di che stiamo parlando?): solo DIECI alunni su OTTANTA avevano espresso richiesta di settimana corta! Un tale numero non permette la formazione di una classe, né si può pretendere che una esigua minoranza possa prevaricare le scelte di una schiacciante maggioranza che da anni chiede solo le 30 ore e mai le 36 ore. Dubitiamo che si conosca il significato della parola “esodo”…;  Ci permettiamo di evidenziare che SETTE alunni, provenienti da altre zone si sono iscritti da noi. (forse perché apprezzano la nostra offerta!!! ? )

Dispiace constatare che l’estensore dell’articolo non sia a conoscenza (sua scusante: non era all’epoca assessore) che, ben undici anni fa,  il dirigente è stato promotore dell’attivazione di tale modulo orario nella scuola primaria condividendo l’esigenza dei genitori!

E’ a conoscenza che quest’anno, con lei assessore, è stata  portata in Consiglio di Istituto, per ben due volte, la richiesta della settimana corta?

Un buon amministratore dovrebbe condividere, di persona il problema, considerate le necessità organizzative che derivano da queste decisioni? Nella scuola secondaria, infatti, diversamente dalla primaria, non c’è il “tempo prolungato” e, quindi, l’assistenza alla mensa non può essere affidata alla scuola ma ad altro personale a carico di chi?

Non è corretto di parlare di queste problematiche tramite articoli “sensazionali” o la scuola deve diventare, all’improvviso, strumento per altre finalità?

Lo stesso Comitato Genitori, non aveva ottenuto risultati chiari e univoci, nel questionario diffuso nel mese di dicembre, tali da far adottare una scelta ben definita;  Il Consiglio di Istituto, composto anche da otto rappresentanti dei genitori, pertanto, ha dovuto esercitare le proprie prerogative con la relativa delibera e con l’istituzione di un tavolo di lavoro per una valutazione sulle criticità o positività della settimana corta.

Visti i trascorsi positivi e collaborativi fin qui praticati (vedi quante volte nello stesso InformaTerno siano presenti ringraziamenti alla collaborazione tra Comune e Scuola!), per il senso di lealtà che ci caratterizza non è giusto permettere che l’Istituzione Scolastica possa essere oggetto di strumentalizzazione.

Il Presidente del C. di I.       

Scilla Zanon                                                      Il Dirigente Scolastico        

                                                                         Vincenzo Demichele